domenica 27 Novembre 2022
Ultimo aggiornamento 14:03
domenica 27 Novembre 2022
Ultimo aggiornamento 14:03

Abruzzo, la Guardia di Finanza blocca un peschereccio in area di mare vietata. Multa da 6mila euro e pesce donato alla Caritas

L'operazione è scattata durante uno dei servizi di pattugliamento
francesca piunti

PESCARA
Gli uomini del Reparto Operativo Aeronavale della Guardia di Finanza continuano a garantire, senza sosta, una presenza costante nelle acque marine prospicienti tutta la costa abruzzese. Durante uno dei servizi di pattugliamento costiero, l’equipaggio di una vedetta delle Fiamme Gialle ha intercettato un motopeschereccio intento nell’ esercizio della pesca professionale in una zona interdetta a ridosso della Piattaforma Torre Fattoria, ubicata a poche miglia di distanza tra Pescara e Francavilla al Mare.

I militari intervenuti, dopo aver interrotto l’attività illecita posta in essere, hanno provveduto a contestare al comandante del motopeschereccio, come previsto dalla normativa vigente, una sanzione fino a € 6.000 e a sottoporre a sequestro l’attrezzatura utilizzata per la pesca nonché il prodotto ittico presente a bordo. Quest’ultimo, ritenuto idoneo al consumo umano dall’Autorità sanitaria, è stato donato ad una delle Organizzazioni non lucrative di utilità sociale presenti sul territorio, a testimonianza dell’attenzione del Corpo verso le attività sociali.

Il servizio svolto dai finanzieri risulta pregevole perché si inserisce pienamente nel solco del rispetto della legalità su più fronti, garantendo in primis la tutela della sicurezza della navigazione e l’incolumità dei marittimi, e nondimeno tutelando la concorrenza legale nella filiera della pesca.

La componente aeronavale del Corpo costituisce un fondamentale presidio delle acque territoriali e contigue, a tutela dell’economia legale e per contrastare le attività illecite, attraverso il mantenimento dell’operatività nell’arco delle 24 ore.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

PUBBLICITA’

kokeshi
ecorigenerati 250

TI CONSIGLIAMO NOI…