La Lega di San Benedetto in visita al canile di Quercia Ferrata

Print Friendly, PDF & Email

RIPATRANSONE – La Lega di San Benedetto continua la sua campagna di ascolto visitando il canile intercomunale Quercia Ferrata e dando così “voce” anche agli amici quadrupedi. I militanti e sostenitori leghisti, insieme alla coordinatrice Laura Gorini e all’avvocato Gian Luigi Pepa responsabile, attraverso la Multiservizi, del canile si sono recati nella struttura per portare qualche dono, e soprattutto per comprendere meglio le necessità dei cagnolini ospitati.

“Sono tante – spiegano gli organizzatori dell’iniziativa – le storie commoventi illustrate con pazienza dal dottor Domenico Pietroforte, Presidente della sezione sambenedettese della Lega Nazionale per la difesa del cane: da quella di Enza anziana quattrozampe, colpita recentemente da ictus che ha passato tutta la sua esistenza nella struttura, a quella di Papillon, cagnolino recentemente scomparso che deve il nome alla maestria nell’arte della “evasione”.

“Ciò che manca in questo momento – spiega Pietroforte – sono le cucce di medie e grandi dimensioni, smontabili per poter essere posizionate all’interno dei box. Ma la cosa più necessaria è quella di trovare una casa a tutti i 118 ospiti”. Quasi tutti i piccoli amici pelosi portano un nome di persona: segno che, per chi gestisce la struttura, più che cani sono proprio degli amici.


© RIPRODUZIONE RISERVATA
CONDIVIDI