Bonus bollette, la richiesta scade il 28 febbraio

Print Friendly, PDF & Email

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Tutte le agevolazioni sulle bollette di gas, acqua ed energia elettrica, il cosiddetto “Bonus”, in scadenza alla fine del 2018 sono state automaticamente prorogate al 28 febbraio per dare modo ai fruitori di ottenere il nuovo Indicatore della Situazione economica equivalente (ISee) che, lo ricordiamo, non deve superare 8.107,50 euro (20.000 euro per le famiglie con più di 3 figli a carico). tutti gli ISee infatti scadono il 15 gennaio ed è necessario rinnovarlo per usufruire delle agevolazioni sul pagamento delle utente.

BONUS ELETTRICO
Oltre che alle famiglie disagiate, il Bonus elettrico viene riconosciuto anche alle famiglie nelle quali vive un soggetto in gravi condizioni di salute e in possesso di apparecchiature domestiche elettromedicali necessarie per l’esistenza in vita. I due Bonus (quello per disagio economico e quello per disagio fisico) sono cumulabili se vengono soddisfatti tutti i requisiti previsti dalla legge. Il valore del bonus viene determinato annualmente dall’Autorità per l’energia e il gas in base al numero dei componenti il nucleo familiare e viene “scalato” dalle bollette e distribuito tra le fatture emesse nel corso dell’anno.

BONUS GAS
possono presentare la domanda per ottenere lo sconto sulla bolletta del gas sia i clienti domestici “diretti”, che utilizzano cioè una fornitura autonoma, sia i clienti che sono serviti da un impianto autonomo e da uno condominiale centralizzato, sia infine i clienti domestici “indiretti”, serviti cioè solo da impianto condominiale centralizzato. Il bonus è determinato ogni anno dall’Autorità e viene differenziato per tipologia di utilizzo del gas (solo cottura cibi e acqua calda; solo riscaldamento; oppure cottura cibi, acqua calda e riscaldamento insieme), per numero di persone residenti nella stessa abitazione, per zona climatica di residenza (in modo da tenere conto delle specifiche esigenze di riscaldamento delle diverse località). Le modalità di presentazione della domanda sono le stesse di quelle previste per il Bonus elettrico.

BONUS ACQUA
Hanno diritto ad ottenere il bonus acqua gli utenti diretti (cioè chi è direttamente titolare di una fornitura idrica) ed indiretti (cioè chi utilizza nell’abitazione di residenza una fornitura intestata ad un’utenza condominiale). Il bonus acqua garantisce la fornitura gratuita di 18,25 metri cubi di acqua su base annua (pari a 50 litri/abitante/giorno) per ogni componente della famiglia anagrafica dell’utente. La tariffa agevolata applicata dal gestore non è unica a livello nazionale, quindi per individuare quale sia il corrispettivo (tariffa agevolata) che deve essere applicato ai 18,25 metri cubi e conoscere il valore del bonus, l’utente
può consultare il sito del proprio gestore su cui sono pubblicate le informazioni relative alla tariffa agevolata applicata e calcolare l’importo del bonus acqua a cui ha diritto.

RINNOVI
Coloro che usufruiscono già del bonus devono recarsi in Comune portando con sé solo l’ISee aggiornato: la domanda viene caricata nel sistema informatico nazionale in tempo reale e viene rilasciata immediatamente la ricevuta. per ogni informazione: Ufficio Relazioni con il pubblico – tel. 0735/794555 e mail [email protected]

CONDIVIDI